PARCO DELLA FILANDETTA
Nel cuore di Valdobbiadene

La famiglia Bortolomiol ha acquistato negli anni ’80 e poi recuperato un’antica filanda nel cuore di Valdobbiadene: il delicato restauro si è svolto rispettando l’archeologia industriale e il sapore che il complesso aveva all’inizio del secolo scorso. La struttura recuperata è la più piccola dei quattro complessi presenti nella zona di Valdobbiadene agli inizi del ‘900 e si trova nel cuore del paese, all’interno di uno splendido Parco – Parco della Filandetta appunto – che ospita il vigneto biologico, il primo centro di vinificazione delle uve, un viale di antichi carpini e alcune opere dello scultore Casellato.

L’ANTICA FILANDA
Storia di donne straordinarie e coraggiose

La storia delle filande e quella della produzione di vino è stata, in questo territorio, intrecciata per tutto il secolo scorso, infatti, nella zona di Valdobbiadene, erano ben quattro le strutture dedicate alla tessitura.

Protagoniste le donne, che con immenso impegno e sacrificio lavoravano la seta, coltivando e prendendosi cura – di solito nelle proprie abitazioni – dei bachi da seta, che venivano poi portati in filanda per la lavorazione, dove erano allestiti i macchinari per la filatura della sete. Un lavoro impegnativo e faticoso, che molto spesso le portava a stare lontano dalla propria famiglia e a vivere proprio all’interno della filanda.

SALA FILANDA
Tra tradizione e innovazione
Cuore pulsante di tutto il complesso, oggi l’antica filanda è stata recuperata e convertita in un’ampia sala degustazione (circa 500 mq), dove è possibile scoprire le declinazioni del Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, con tour guidati (Tour & Tasting), visite in cantina e passeggiate nel vigneto biologico.

Questa ampia sala, che ha mantenuto la struttura architettonica dell’epoca e l’impostazione dei vecchi distretti industriali, è l’ideale per esposizioni con opere anche di importanti dimensioni.

Al fianco e adiacente all’Antica Filanda sorge un edificio di archeologia industriale, dotato di una sala Tasting che ha come sfondo il muro di pietra delle fondamenta dell’Antica Filanda ed una sala meeting il cui soffitto a volta è ideale per convegni ed esposizioni.

ART & WINE FARM
Una fonte di ispirazione inesauribile

L’antica filanda, è stata convertita oggi in Art & Wine Farm, ovvero un contenitore di tutte le arti legate al mondo del vino, un nuovo concept dove arte e cultura si intrecciano e si arricchiscono.

Nel 2019, per la prima volta, Bortolomiol ospita, attraverso il progetto di Land Art una residenza d’artista: la tedesca Susken Rosenthal, land artist è stata selezionata tra oltre 300 artiste internazionali nell’ambito del concorso Female Land Artists Wanted. Ispirandosi alle colline e alla storia del Prosecco Superiore e delle filande, Susken ha creato l’installazione Cocoon utilizzando materiali naturali. L’opera è stata poi installata nel Parco della Filandetta.

\\ Rimani sempre aggiornato e scopri la pagina Facebook del Parco della Filandetta