Sole 24 Ore – Rapporto economico 2016: il Prosecco DOCG chiude l’anno con un record 90 milioni di bottiglie

Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg chiude il 2016 con 90 milioni di bottiglie vendute e incalza il mercato aumentando il valore del prodotto. Questo il risultato più importante emerso Venerdì dal rapporto economico annuale 2016 comunicato dal Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene.

All’incontro, intitolato “Dalla denominazione al mondo” sono intervenuti diversi importanti nomi del comparto: tra cui il prof. Vasco Boatto, direttore del CIRVE e responsabile del centro Studi di Distretto, che ha parlato dell’aumentata attenzione verso il risparmio energetico e il riciclo dei materiali nelle cantine e dell’enoturismo, che inizia ad essere un tassello importante della denominazione. Entrambe tematiche che stanno molto a cuore a Bortolomiol.

Sono seguiti gli interventi di Simonetta Melis – IRI Client Service Senior Manager, Licia Granello – giornalista de La Repubblica – ed Eugenio Pomarici, Responsabile scientifico della ricerca del CIRVE sul mercato USA  – che ha sottolineato l’importanza strategica del mercato statunitense, che si conferma come il quarto mercato di esportazione, in continua crescita.

Il Presidente del Consorzio Innocente Nardi ha invece colto l’occasione anche per fare il punto sulla candidatura Unesco: “La conservazione della medesima superficie di terreno vitato [dal 1969] è un eccezionale elemento di merito” – ha affermato – “che si lega indissolubilmente alla forte identità che il nostro vino ha per noi produttori, tanto da divenire l’espressione di un territorio italiano che abbiamo proposto come candidato a Patrimonio dell’Unesco”.

Leggi qui tutto l’articolo uscito sul Sole 24 Ore