Roma: Bortolomiol alla premiazione dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso, che festeggia i suoi 30 anni

Sabato 29 ottobre lo Sheraton Rome Hotel ha ospitato la più grande degustazione di vini in Italia: un grande evento che ha celebrato le 30 candeline per il Gambero Rosso e per la sua pubblicazione dedicata ai migliori vini italiani, e la premiazione dei Tre Bicchieri, tra cui la Grande Cuvée del Fondatore Bortolomiol.

Tra la prima guida stampata all’attuale sono passati trent’anni e gran parte della storia vitivinicola moderna del nostro Paese, con i conseguenti cambiamenti dei modelli di viticoltura, le evoluzioni regionali, i mutamenti dei gusti dei consumatori, il proliferare di etichette, cantine e denominazioni.

Oggi Vini d’Italia, grazie a una commissione composita di degustatori di provata esperienza seleziona ogni anno, tra ben 45mila vini i famosi Tre Bicchieri – circa 400 in totale – una dicitura che ormai significa “vino eccellente” in tutto il mondo. In questi trent’anni è anche cambiato il modo di fare viticoltura, come testimonia Bortolomiol, con un’attenzione particolare alla sostenibilità, che si impone sempre di più come nuovo valore del vino italiano. Ecco perché su ogni scheda della guida, oltre alle notizie fondamentali – dai dati produttivi e territoriali alle indicazioni per la visita – ci sono informazioni circa la pratica di viticultura biologica, biodinamica o convenzionale, e l’eventuale adesione a un protocollo di sostenibilità ambientale.

Tra i premiati del Veneto (terza regione per numero di Tre Bicchieri dopo Toscana e Piemonte) anche la Grande Cuvée del Fondatore, il Rive Brut Naturae in edizione limitata che sta velocemente diventando uno dei massimi orgogli di casa Bortolomiol.